Per offrirti il migliore servizio possibile questo sito utilizza cookies.
Puoi visualizzare, modificare e aggiornare tutte le informazioni riguardanti le tue preferenze anche cliccando il link seguente: Cookie Policy & Privacy Policy

Tel. 0382 619359 | ventigradi@ventigradi.it

Orari di apertura

Caldaia inattiva da molto tempo: come sbloccarla?

Cosa fare quando si decide di riattivare la caldaia inattiva da molto tempo e quali operazioni eseguire dopo una lunga pausa? Vediamo i consigli dei consulenti di Ventigradi per far ripartire la caldaia in sicurezza e avere subito un impianto di nuovo perfettamente funzionante.

Cosa fare prima di chiudere la caldaia per un lungo periodo?

Prima di chiudere la caldaia per un lungo periodo è importante effettuare alcune operazioni come:

  • Chiudere e svuotare la caldaia e l’impianto termico di tutta l’acqua residua e la pressione;

  • Interrompere l’alimentazione elettrica o a gas.

Al momento della riattivazione dell’impianto possono succedere, se non si hanno eseguito le operazioni sopra elencate, le seguenti cose:

  • il circolatore fermo con la pressione e l’acqua all’interno potrebbe bloccare il girante e al tentativo di avviare la caldaia per l’acqua calda sanitaria o il riscaldamento la pompa della caldaia potrebbe bruciarsi o subire danni permanenti;
  • la valvola del gas inattiva per lungo tempo, soprattutto se si usa gas GPL, potrebbe presentare un indurimento delle membrane in gomma, che perdono elasticità e funzionalità.

In ogni caso i consulenti Ventigradi consigliano a chi deve far ripartire la caldaia dopo un lungo periodo di inattività di chiamare un tecnico specializzato e affidare il ripristino della stessa a personale qualificato. Sono molte le persone che aprono la corrente o il gas senza aver fatto le operazioni di ripristino indicate e ottengono un errore per mancata accensione del bruciatore.

Far ripartire la caldaia inattiva: le situazioni comuni

Quando la caldaia è inattiva da lungo tempo e va fatta ripartire è importante sapere che la valvola del gas potrebbe bloccarsi in posizione chiusa, con le membrane di gomma che si saldano alle pareti interne della valvola creando il blocco. Una caldaia in queste condizioni che viene alimentata a 220v rischia di bruciarsi completamente, andando in corto circuito.

Per questo è importante prendere le dovute precauzioni prima di disattivare l’impianto termico per lunghi periodi e spegnere la caldaia. Non affidarsi a un tecnico specializzato alla riattivazione della stessa porta al rischio per l’utente di incorrere in problemi spiacevoli e dispendiosi, che portano a diversi disagi.

H2 Riattivare la caldaia: l’importanza di rivolgersi a tecnici specializzati

Ventigradi offre consulenza a chi cerca un tecnico per il servizio di manutenzione della caldaia, così come a chi cerca assistenza per situazioni di emergenza. Rivolgersi a noi significa trovare rapidamente aziende e tecnici specializzati e competenti per interventi urgenti su caldaie, scaldabagni e impianti di ogni genere.

Un valido tecnico sa capire subito la causa del guasto e trovare una soluzione ripristinando il corretto funzionamento dell’impianto ed è anche la persona giusta a cui rivolgersi per riavviare l’impianto termico dopo un lungo periodo di inattività.

Rivolgersi a un’azienda specializzata come Ventigradi significa conservare a lungo e in perfette condizioni l’impianto di riscaldamento. Contattaci per una consulenza specializzata!

Sei in cerca di assistenza per la tua caldaia o condizionatore?
Vuoi un nuovo impianto di riscaldamento e di aria condizionata?

Sei arrivato proprio nel posto giusto!

CONTATTACI ORA

TOP