Per offrirti il migliore servizio possibile questo sito utilizza cookies.
Puoi visualizzare, modificare e aggiornare tutte le informazioni riguardanti le tue preferenze anche cliccando il link seguente: Cookie Policy & Privacy Policy

Tel. 0382 619359 | ventigradi@ventigradi.it

Orari di apertura

Ecobonus caldaia a condensazione: i requisiti per ottenerlo

L’Ecobonus che permette di ottenere agevolazioni anche per l’installazione della caldaia a condensazione prevede una detrazione d’imposta al 50 o al 65% per chi effettua interventi di riqualificazione energetica in edifici già esistenti. Grazie a questo incentivo i contribuenti possono beneficiare di agevolazioni fiscali per i lavori che puntano a migliorare le prestazioni energetiche degli immobili.

Le modalità di erogazione dell’Ecobonus caldaia

Il bonus per la caldaia può essere erogato nella forma di riduzione delle imposte IRPEF o IRES e in questo caso la quota è spalmata su 10 rate annuali. Oltre a questo il Decreto Rilancio ha previsto altre due modalità:

  • Sconto in fattura: in questo caso il contribuente beneficia immediatamente dell’ecobonus ed è responsabilità del venditore applicare lo sconto;
  • Cessione del credito: in questo caso il contribuente cede il credito di imposta maturato in cambio del pagamento e tale cessione avviene a favore di una banca, un’impresa di assicurazione o l’azienda che ha effettuato i lavori.

I requisiti previsti dalla legge per l’Ecobonus per caldaia

L’Agenzia delle Entrate ricorda ai contribuenti che per ottenere l’Ecobonus caldaia è importante soddisfare alcuni requisiti. Anche la caldaia a condensazione acquistata deve possedere determinate caratteristiche tecniche:

  • nella sostituzione di vecchia caldaia deve possedere una determinata efficienza energetica stagionale;
  • va presentata la certificazione del produttore per impianti di potenza non superiore a 100kW;
  • bisogna trasmettere per via telematica una scheda informativa all’ENEA; 
  • il pagamento va fatto con bonifico bancario o postale e va indicato il codice fiscale del beneficiario della detrazione e il numero di partita IVA o il codice fiscale della ditta o del professionista che ha effettuato i lavori.

Una volta accertato di avere diritto all’Ecobonus caldaia va comunicata la cessione del credito d’imposta alla Agenzia delle Entrate.

Chi può ottenere l’Ecobonus Caldaia?

Possono usufruire della detrazione tutti i contribuenti proprietari di immobili e i titolari di diritti reali o personali di godimento che sostengono le spese sugli immobili nei quali vengono svolti gli interventi di riqualificazione energetica. Rientrano tra i beneficiari del Bonus Caldaia:

  • proprietari o nudi proprietari;
  • titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie);
  • locatari o comodatari;
  • soci di cooperative divise e indivise;
  • imprenditori individuali, per gli immobili non rientranti fra i beni strumentali o merce;
  • soggetti indicati nell’articolo 5 del Tuir, che producono redditi in forma associata (società semplici, in nome collettivo, in accomandita semplice e soggetti a questi equiparati, imprese familiari), alle stesse condizioni previste per gli imprenditori individuali.

 

Ha diritto alla detrazione anche il familiare che convive con il proprietario o detentore dell’immobile a patto che sostenga le spese con bonifici e fatture a lui intestate. Se si è stipulato un contratto preliminare di vendita l’acquirente accede all’Ecobonus caldaia solo se è in possesso dell’immobile, il contratto è stato registrato e svolge interventi a proprio carico. Può richiedere la detrazione anche chi esegue in proprio i lavori sull’immobile, limitatamente alle spese di acquisto dei materiali utilizzati.

 

I documenti da conservare 

Chi beneficia dell’Ecobonus deve conservare alcuni documenti e trasmetterli all’Agenzia delle Entrate indicando anche requisiti e caratteristiche del lavoro effettuato.

  • asseverazione del tecnico abilitato o la dichiarazione del direttore dei lavori;
  • la certificazione energetica dell’immobile fornito dalla Regione o dall’Ente locale o l’attestato di qualificazione energetica predisposto da un professionista abilitato.

Per avere la certezza di rispettare la normativa e se si vuole sapere se si ha diritto ad accedere all’Ecobonus Caldaia ci si può rivolgere a Ventigradi, che è anche partner esperto a cui rivolgerti per avere una consulenza su quale caldaia installare.

Sei in cerca di assistenza per la tua caldaia o condizionatore?
Vuoi un nuovo impianto di riscaldamento e di aria condizionata?

Sei arrivato proprio nel posto giusto!

CONTATTACI ORA

TOP