Per offrirti il migliore servizio possibile questo sito utilizza cookies.
Puoi visualizzare, modificare e aggiornare tutte le informazioni riguardanti le tue preferenze anche cliccando il link seguente: Cookie Policy & Privacy Policy

Tel. 0382 619359 | ventigradi@ventigradi.it

Orari di apertura

Muffa nel condizionatore: ecco come risolvere il problema

La muffa nel condizionatore o nei condotti di aerazione è un problema frequente, che si fa notare per il particolare odore che scompare se non si usano aria condizionata o inverter. La muffa ha odore di bagnato, marcio e stantio e si presenta nelle stanze con scarsa ventilazione e molta umidità.

In questo caso il consiglio degli specialisti di Ventigradi è quello di cercare i segni della muffa in prese d’aria, condotte e bobine del condizionatore, ambienti perfetti per la proliferazione della muffa, che poi si diffonde nell’aria con le spore. In caso di presenza di una grande quantità di muffa nel condizionatore è importante rivolgersi a professionisti per risolvere una volta per tutte il problema.

La presenza di muffa in casa crea sintomi allergici in persone e animali, come mal di testa, nausea, naso e gola irritati e prurito agli occhi.

Perché si forma la muffa nel condizionatore?

La muffa si forma nel condizionatore per la presenza di caldo e umidità e proprio l’ambiente caldo e umido rappresenta la condizione ideale per la formazione di muffa. La scarsa ventilazione intrappola l’umidità nelle pareti e porta alla condensa, ma non mancano alcuni problemi del condizionatore alla base di questo problema:

  • Unità AC sovradimensionata per lo spazio con l’impianto che si spegne prima di deumidificare l’aria portando alla formazione di umidità e poi di muffa:
  • Impostazione di una temperatura troppo bassa, che genera muffa attorno alle prese d’aria, unita alla differenza tra temperatura interna ed esterna;
  • Perdite nel condizionatore che lascia entrare aria calda con la necessità di pulire a fondo il condizionatore e riparare la perdita sigillandola per evitare che il problema si ripresenti.

Eliminazione della muffa dal condizionatore: cosa fare

Ventigradi consiglia a tutti coloro che hanno il problema della muffa nel condizionatore di rivolgersi a un professionista per rimuovere la muffa. Solo il tecnico specializzato sa fare la pulizia accurata di filtri e ricarica gas oltre che occuparsi della sanificazione completa del condizionatore.

Anche se sembra una spesa inutile, in realtà è fondamentale rivolgersi ai tecnici per prendersi cura e fare la manutenzione accurata del condizionatore prevenendo la formazione di muffa in modo molto più efficace e sicuro di quando si pulisce da soli l’impianto.

Inoltre, è importante sapere che la pulizia del condizionatore con normali detergenti non fa andare via la muffa ma lascia residui che portano alla sua ricomparsa. Solo un tecnico specializzato possiede le attrezzature adatte a proteggere la casa e l’azienda dalla muffa, usando i giusti prodotti per pulire il condizionatore e garantendo un risultato duraturo nel tempo.

Il consiglio di Ventigradi è quello di provvedere alla pulizia del filtro e controllare l’eventuale presenza di muffa nell’impianto prima di accenderlo per contrastare il caldo e le elevate temperature estive. Contattaci per trovare il tecnico specializzato più vicino a te!

Sei in cerca di assistenza per la tua caldaia o condizionatore?
Vuoi un nuovo impianto di riscaldamento e di aria condizionata?

Sei arrivato proprio nel posto giusto!

CONTATTACI ORA

TOP